Impianti antincendio a Napoli

soluzioni diverse in base alle strutture di ubicazione

L'antincendio Tiemme Service Soc Coop si impegna da anni a servire ai propri clienti la fornitura di impianti antincendio a Napoli. Le caratteristiche di ciascuna sono differenti, in base alla struttura dove verrebbe ubicata. Molto richiesti sono gli impianti sprinkler, poiché è un sistema di estinzione a pioggia che rivela al momento giusto l'incendio appena si forma. Un altro sistema di estinzione è quello a schiuma, in grado di soffocare i vapori grazie alla densità della schiuma. Per luoghi dove un incendio potrebbe causare gravi pericoli è consigliato l'impianto a diluvio, progettato apposta per scaricare un grande quantitativo di acqua. Esso può essere controllato tramite una centralina, capace di aprire il getto al momento giusto.

Il sistema Water Mist è considerato uno dei più tecnici e più moderni. In primis si ha la possibilità di abbassare la temperatura dell'ambiente, abbatte i fumi di combustione, ha un bassissimo consumo d'acqua e favorisce con le sue caratteristiche l'intervento di soccorso.


La fornitura di impianti antincendio a Napoli comprende anche le bombole a gas inerte. Vengono spesso utilizzate in luoghi in presenza di persone come gli uffici o in luoghi come musei e laboratori perché non rovinano le apparecchiature tecnologiche. Lo spegnimento con la CO2 favorisce una applicazione localizzata senza lasciare residui e il soffocamento del fuoco in maniera rapida. Molto utile è anche lo spegnimento ad aerosol, chiamato così per le particelle solide e liquide sospese successivamente nell'aria. Le particelle di potassio ionizzato infatti, tramite una reazione chimica, danno origine a una sostanza stabile.

I Gruppi Antincendio UNI EN 12845 sono delle pompe che, quando attivate, vengono segnalate da un sistema sonoro e luminoso a distanza. Esse funzionano continuamente fino all'arresto manuale, usando notevole quantità di acqua. Insomma, l'azienda Tiemme Service saprà aiutarvi nella scena degli impianti antincendio più adatti alla vostra situazione, assicurando cortesia e qualità che la distingue da anni nel settore.

Sottotitolo

SPEGNIMENTO A GAS INERTE
I gas inerti (Azoto, Argon) vengono utilizzati nello spegnimento degli incendi poiché hanno la capacità di agire sia per sottrazione di calore alle fiamme che per riduzione dell’ossigeno in ambiente (sino a una soglia normativamente determinata che tiene conto della salvaguardia della sopravvivenza di eventuali presenti).Tali gas, normalmente presenti in atmosfera, sono completamente inerti, non corrosivi e incolori, e sono estinguenti ideali per l’utilizzo nelle aree occupate da personale e, avendo impatto ambientale nullo, non hanno alcun effetto sulla fascia dell’ozono.Il loro utilizzo va dalla protezione di musei, agli archivi, alle biblioteche, agli uffici, dove è presente un alto valore di apparecchiature tecnologiche, etc.La progettazione degli impianti di spegnimento a gas inerte viene effettuata avendo come riferimento le normative UNI e NFPA che consentono di realizzare impianti sicuri e certificati

SPRINKLER
Gli impianti di spegnimento sprinkler sono i sistemi più diffusi nel mondo per la protezione antincendio e sono progettati per circoscrivere e controllare un incendio a protezione delle strutture di un edificio.

Tali impianti sono costituiti da valvole di controllo alimentate dal normale acquedotto (ove questo abbia una portata ed una pressione sufficienti a garantire le caratteristiche di esercizio dell’impianto) o da un gruppo di pompaggio con relativa riserva, da una rete di tubazioni e dalle testine di erogazione che, a seconda dei sistemi prescelti, possono essere a bulbo o a fusibile.


WATER MIST

Le caratteristiche del sistema water mist  sono:

• capacità di abbassare la temperatura, sotto i limiti di infiammabilità, in maniera repentina

• forte contrasto all’irraggiamento termico con circoscrizione della fonte di calore e conseguente abbassamento della temperatura ambientale

• riduzione dell’inquinamento e dei danni da bagnamento

• abbattimento dei fumi di combustione a favore dell’intervento di soccorso

• bassissimo consumo di acqua il sistema water mist  utilizza tubazioni in acciaio inox. Particolari testine, di tipo aperto per impianti “a secco” e chiuso per impianti a “umido”, sono in grado di realizzare una efficace nebulizzazione dell’acqua.La testina chiusa, per impianti a “umido”, è realizzata secondo le più moderne tecnologie: l’apertura automatica della testina è effettuata da una molla in lega di Nichel-Titanio a memoria di forma, tarata a seconda della temperatura di esercizio. L’innovativo funzionamento risponde alle norme e garantisce estrema sicurezza e grande precisione d’intervento.


IMPIANTI A SCHIUMA
Gli impianti a schiuma possiedono eccellenti qualità estinguenti e, per la loro peculiare caratteristica di soffocare i vapori derivanti dalla combustione, sono specificatamente raccomandati per la protezione di aree in cui siano presenti liquidi infiammabili.L’impianto base è costituito da una valvola a diluvio, un comando manuale od automatico (gestito da un sistema di rivelazione incendi) , da un sistema di miscelazione acqua/liquido schiumogeno (miscelatori) e da apposite lance per lo spargimento della schiuma generata (generatori)

SCHIUMA

DILUVIO
L’impianto a diluvio si caratterizza per l’utilizzo di ugelli erogatori aperti, che vengono utilizzati nei siti ove vi sono attività ad alto rischio, per le quali è necessario scaricare grandi quantità di acqua o acqua e schiuma in breve tempo.
Nel sistema a “diluvio” la tubazione a valle della valvola ad umido è vuota : l’apertura della valvola può avvenire tramite un sistema pneumatico , cioè con una rete pilota di sprinkler chiusi , oppure con il consenso, tramite impulso elettrico da una centralina di rivelazione incendi.

Una volta avuto il consenso la valvola si aprirà e l’acqua affluirà immediatamente nella rete di distribuzione sino agli erogatori ed alla campana idraulica di segnalazione di allarme. per impianto intervenuto

RIVELAZIONE INCENDI

La funzione di un sistema di rivelazione incendio è quella di evidenziare nel più breve tempo possibile e con certezza assoluta lo svilupparsi di un incendio dandone, attraverso le apparecchiature di segnalazione di allarme, le necessarie informazioni per l’attivazione delle azioni correttive.
Il cuore dei sistemi di rivelazione è rappresentato dalle centrali convenzionali o analogiche/digitali che sono in grado di gestire tutte le fasi di rivelazione, allarme ed, in casi specifici, anche l’attivazione dei sistemi automatici di spegnimento degli incendi; la tecnologia digitale, in particolare, consente di supervisionare e gestire aree molto vaste , avendo la possibilità di individuare , in maniera certa, in quale punto del sistema si è generato un allarme


WATER MIST

Le caratteristiche del sistema water mist  sono:

• capacità di abbassare la temperatura, sotto i limiti di infiammabilità, in maniera repentina

• forte contrasto all’irraggiamento termico con circoscrizione della fonte di calore e conseguente abbassamento della temperatura ambientale

• riduzione dell’inquinamento e dei danni da bagnamento

• abbattimento dei fumi di combustione a favore dell’intervento di soccorso

• bassissimo consumo di acqua il sistema water mist  utilizza tubazioni in acciaio inox. Particolari testine, di tipo aperto per impianti “a secco” e chiuso per impianti a “umido”, sono in grado di realizzare una efficace nebulizzazione dell’acqua.La testina chiusa, per impianti a “umido”, è realizzata secondo le più moderne tecnologie: l’apertura automatica della testina è effettuata da una molla in lega di Nichel-Titanio a memoria di forma, tarata a seconda della temperatura di esercizio. L’innovativo funzionamento risponde alle norme e garantisce estrema sicurezza e grande precisione d’intervento.